II°   Trofeo Novi 2001


18-20 / 25-27 Maggio 2001

Aeroclub "Fulvio Padova"- Novi Ligure (AL)    


Con quattro temi validi su sei, si è conclusa Sabato 26 Maggio la seconda edizione del Trofeo NOVI 2000.

La gara, come lo scorso anno, è stata impegnativa e selettiva, costringendo i partecipanti a tirar fuori il meglio di sé sia in pianura che in montagna. 

I Piloti nostrani non hanno tradito i pronostici e la classifica finale vede Squarciafico (Ventus 2) e Tarchini (LS 8), meritatamente piazzati nelle prime due posizioni.

Buona gara anche per Beozzi (LS 8), Beltramello (Ventus 2) e Passarelli (Ventus m).

Peccato per Buffarello (ASW20), "Principe del Giarolo", che cede al nervosismo e deve accontentarsi della metà classifica, mantenendo però il primato del fuori campo più lontano ! 

 Alcuni protagonisti pronti a darsi battaglia...

 
 
 
         


 I Vincitori ...

 

Infine la premiazione ... premi per tutti e soddisfazione per aver concluso una bella "sei giorni", rinnovato sfide e promesso rivincite ... arrivederci all'anno prossimo.

I°    Trofeo Novi 2000


1° TROFEO NOVI 2000

12/14 e 19/21 Maggio 2000

Finalmente, dopo tanta attesa, ha inizio la garaaaaaaa !!!!

 

 

Che linea gente ... Alianti schierati e concorrenti    

pronti ... sei giorni ricchi di agonismo.

Temi selettivi, solo all'apparenza semplici, molti colpi di scena e alcune conferme.  

  

  

  

  

  

 

Venerdì 12 Maggio 

... il primo Briefing:

 

l'attenzione non è il loro forte, ma almeno la prima volta cercano di essere diligentemente attenti ai consigli del "President" Pietra, coadiuvato da Borgo e dal meteorologo Mereu.

 

 

 

 

Le gare sono "toste", i piloni ben distribuiti tra montagne  e pianura, a est ed a ovest di Novi .... 

 

Peccato che abbia piovuto fino a ieri e il campo sia un pantano, ma il cielo è macchiato di cumuli e si inizia in orario. 

  

  

  

  

  

Tutti i piloti sentono l'emozione del primo giorno di gara e si preparano a decollare e a vendere cara la pelle ! 

 

... aggancia il cavo ... prova la tensione e ...

 

... pronti al via !

 

 

 

 

 

 

Parte una "lepre" in perlustrazione e conferma i valori positivi della meteo ... (ed è stato fantastico fare almeno una volta da "cavia" e vedere la gara dall'alto)

 

La linea si anima e traini e alianti incominciano ad intrecciarsi nei cieli di Novi, affollati come 

non mai.

 

 

 

 

 

 

attenzione !

prima di decollare

assicurarsi di aver

alleggerito il serbatoio

principale.

 

 

 

 

 

 

 

... e guai a partire a stomaco vuoto ! 

 

(specie a bordo del Bergfalke IV ... mitico termicatore) 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

In due ... è meglio ! 

( se si resta su ! )

 

 

 

 

 

 

 

Ma come faccio a descrivervi cosa è stata questa gara, per me, per i neo-brevettati e per tutti gli amici del Club !

 

Innanzi tutto è stato un "premio", un meritato regalo per la gioia di Borgo e di tutti quelli (e sono stati tanti) che credono nel Volo a Vela e che hanno voluto fortissimamente quest'evento.

 

Ma non è stato solo questo.

Impagabile l'aria che si è respirata in questi giorni, intrisa di professionalità e conoscenza, di agonismo e solidarietà.

 

 

Tanti amici Piloti, riuniti insieme sotto le stesse nuvole e poi ... parlare con loro ... ascoltare ... cercare di carpire qualche segreto o consiglio dettato da anni di provata esperienza.

Confrontarsi, ricevendo soddisfazioni dalle intuizioni comuni o delusione per la distanza ancora "immensa" da colmare, prima di poter sperare di competere.

Ma è stato fantastico parlare con persone del calibro di Ghiorzo, dei fratelli Monti o Marchisio per non parlare dell'Eugenio Corbellini.

 

 

Ripenso ancora alla semplicità con cui la moglie mi rassicurava del fatto che l'Eugenio, se era atterrato fuori campo, era atterrato sicuramente vicino alla strada perché ... " lo fa sempre " ... una vita passata sui campi di volo insieme ... che invidia !

 

 

 

 

 

 

 

ma ecco altri Protagonisti pronti in linea:

 

dino1.JPG (37084 byte)    mimmo.JPG (37601 byte)    bufa.JPG (35134 byte)    DSCN0073(4).JPG (64965 byte)    DSCN0074(5).JPG (72768 byte)    DSCN0075(6).JPG (67163 byte)    DSCN0080(11).JPG (63552 byte)    DSCN0082(13).JPG (64587 byte)        DSCN0091(20).JPG (68195 byte)    DSCN0093(22).JPG (67071 byte)    DSCN0099(26).JPG (61609 byte)

La selezione è spietata e nessuno vuole mollare !

Risultato ?

Il primo giorno di gara ha chiarito a tutti i partecipanti quanto sarebbe stata dura la competizione e quanto, piuttosto che la velocità, avrebbe influito una corretta strategia.

La prima gara Nazionale è valida ! ma con 10 rientri sul Campo su 24 e ben ... 13 fuori campo !!! per la gioia degli squadristi.

Quel giorno, per me, ben due recuperi !

In una giornata ancora umida dalle piogge dei giorni precedenti, gli atterraggi hanno spaziato dalle aviosuperfici dei dintorni, ai campi di grano con fango e senza fango ... Claudio Lenti ha preferito un bel campo di grano vicino a Nizza Monferrato !

Di portare il carrello vicino alle ali non se parla !!!

  

  

e che dire degli assistenti alla linea (sempre noi, per capirci ... ) ? 

... Grandi ! in meno di 45' sono in volo ben 36 alianti, senza intoppi e con un lavoro di squadra ben coordinato da Borgo e dal Direttore di Linea : 

  

  

  

E dopo aver incrociato le ali per 6 lunghi e faticosi giorni, infine si arriva al termine ... alla premiazione dei migliori, i più bravi, certamente non i più fortunati anche se resta il rimpianto per il risultato sottotono dei padroni di casa, forse traditi dall'eccessiva sicurezza o condizionati dalla responsabilità di dover fare risultato a tutti i costi. 

  

Classifica nazionale:      classificaNAZ.JPG (182750 byte)

1) Ghiorzo Stefano... 1497 p.ti su Ventus2            

2) Monti Lorenzo .... 1463 p.ti su LS8 

3) Bertoncini Luigi .. 1368 p.ti su Ventus 

  

  

Classifica Promozione:    calssificaPROMO.JPG (108524 byte)

1) Lojacono Umberto ... 881 p.ti su ASW20 

2) Buffarello Franco .. 777 p.ti su ASW20 

3) Martignoni Fabio ...... 771 p.ti su Discus 

  

I prossimi mesi non si parlerà d'altro qui al Club !  

Non solo Obiettivi mancati, ma  grande soddisfazione per il passaggio di categoria a nazionale di Buffarello e per l'ottima performance di Lenti, rinnovato nella grinta e ad un passo dal podio,  

E' stata la prima esperienza dell'AeroClub "Fulvio Padova" dopo diversi anni di assenza dalle competizioni e credo sia stato un successo ... l'anno prossimo, se sarà possibile sarà ancora meglio ! 

 e già, non si parlerà d'altro ... almeno fino al prossimo fuori campo di Buffa !!! 

Arrivederci a tutti. 

Ferrara 2002


 Campionato Italiano Biposti Club

FERRARA, 22-29 Giugno 2002

1° posto, Vittorio Squarciafico+1 su I-JANO

Che Vittorio Squarciafico fosse un Campione era cosa nota, che potesse capitanare la squadra di Novi in questa trasferta Ferrarese salendo sul podio più alto della Classe Club in biposto, forse era meno scontato.

Invece, dopo una intera settimana di gare, sviluppate in condizioni meteo marginali, il nostro Vittorio, responsabile della formazione sportiva di secondo periodo dell'Aeroclub di Novi, concludeva l'impegno al primo posto, con due manche vinte su sei e due terzi piazzamenti.

Un risultato eccezionale, tenuto anche conto dello spirito con cui la squadra del biposto I-JANO aveva aderito al meeting... far provare l'emozione della competizione ai giovani piloti di Novi, cambiando tutti i giorni il compagno di volo e trasmettendo nozioni e suggerimenti direttamente in prova.

Un'esperienza unica per i ragazzi del secondo periodo, indimenticabile come la gioia per il successo finale.

In un momento non facile per il volo a vela Italiano, in cui tutti i Piloti Responsabili sono chiamati a interrogarsi sui metodi d'insegnamento, senza voler rinunciare a sostenere lo spirito agonistico, forse un esempio concreto di "iniziazione" al volo competitivo in sicurezza.

       

Bravo Vittorio e bravi tutti i partecipanti, tornati soddisfatti con la "IX Coppa città di Ferrara - 2002" della categoria.

 

 

 

Trofeo Reag


SV - 1000 km

Sono seduto accanto a Vittorio Squarciafico, nell'aula Briefing del nostro Aeroclub, in questo grigio sabato di fine Settembre.

La stagione sembra già finita e allora decidiamo di colmare la lacuna lasciata dal Club di Alzate e di provare a raccontare la grande avventura del Trofeo Reag ... 1000 km sulle Alpi, da Brunate a Lienz (km 302) da qui a Masera (km 345), quindi di nuovo a Malé (km 200) e ritorno ad Alzate (km 155).

Vittorio è restio a descrivere il volo ma alla fine lo convinco, accendiamo il PC e davanti alla traccia logger riviviamo insieme quella giornata, come se fossero passate solo poche ore ...

Sabato 14.04.2001 ore 8,00

...guardo le ali del mio Ventus2 dubbioso, l'aria è fredda e uno strato di ghiaccio copre tutta la superficie, volevamo decollare all'alba... dovremo aspettare.

La telefonata è arrivata Venerdì pomeriggio; i meteorologi tedeschi, ci hanno fornito una finestra meteo favorevole per oggi o domani e quindi gli organizzatori hanno deciso che il grande giorno sarebbe stato oggi, Sabato 14 Aprile, vigilia di Pasqua.

L'adrenalina scorreva a fiumi ieri sera e il tempo è stato impegnato nella pianificazione dell'attrezzatura da portare in volo: calze calde, guanti di diverso spessore, il berretto più adatto a tener caldo ma consentire una buona visuale e poi le cose più tecniche ... batterie per la strumentazione, per le scarpe elettriche, il thermos con il té, fissato bene e la cartina... già accidenti, la cartina è rimasta in macchina !!!

ore 8,51 

Tocca me, il sole ha sbrinato le ali e sono il n. 5 in linea... l'avventura comincia.

Un traino senza storia mi accompagna sopravento al Bollettone, la giornata sembra ancora addormentata, l'aria immobile, totale assenza di rotori ma... il lago sotto di me è increspato... sicuramente c'è vento !

Un laminare debole mi porta a 2.500 QNH e sento per radio che i primi, davanti a me, non hanno avuto problemi... lascio e punto verso S. Primo dove aggancio un buon 3 mt./sec. e guadagno quota 5.000.

Ore 9,50

Girato il Legnone, entro in Valtellina e insieme a Dal Grande, "GI" anche lui su Ventus2, filiamo veloci lungo il versante nord della valle, la quota è rassicurante e proseguendo sopravento ai cumoli che iniziano ad affollare il centro valle, arriviamo a Tirano.

 

 

 

 

 

 

 

 




Perdo tempo nel tentativo di agganciare una fantomatica onda, il vento è forte ma non se ne parla... eppure gli altri, per radio, parlano di quote incredibili... 6.000 su Tirano ! ma dove ?

Nel frattempo Dal Grande è sparito e sono di nuovo solo, volo verso il Tonale... ancora non ho interpretato bene la giornata, sono incerto e l'andatura ne risente...

Ore 11,00

Ponte di Legno è sotto di me, supero il Tonale con meno di 800 metro sotto le ali e punto deciso su Malé dove aggancio una bomba da 3,5 mt./sec. e rifaccio la base cumulo a 3.500 m.

Ormai ho capito... basta inseguire onde inesistenti !, il volo, d'ora in poi, sarà solo in termica e forse è meglio così... è il mio elemento.

Un'altra buona salita su Bolzano (2,5 mt./sec.) e girato Bressanone, inizia la parte più difficile del volo: infatti da qui in poi non ho esperienza e affronto cauto la Val Pusteria, per la prima volta.

Superato il Plan de Corones, l'aria è decisamente più energica, a sud della valle le cime delle Dolomiti sono in nube, davanti a me una strada di cumuli mi da fiducia... aggancio un buon 3 metri e rifaccio i 3000 puntando deciso su Lienz.

Ore 12,55

Giro il pilone di Lienz e riparto, ripercorrendo la strada dell'andata, questa volta molto più tranquillo e veloce, con una media altissima (170 km/h),  filo a canna verso Bolzano, fermandomi pochissime volte, solo nei valori forti.

 

 

 

 

 

 

 

 




Ore 14,30

Ripasso sul Tonale dopo aver rifatto quota su Bolzano e su Malé esattamente come all'andata... arrivo un pò basso su Tirano e boom! un 3,8 mt./sec. mi proietta a 3.200 m con i quali affronto una "furiosa" Valtellina che sembra il Texas!

Attraverso la punta del Lago di Como per raggiungere Bellinzona e qui, a centro valle, aggancio un incredibile 4,5 mt./sec., completamente nel blu rifacendo la quota.

 

 

 

 

 

 

 

 



L'aria è completamente cambiata, i cumoli sono spariti e pensandoci bene sono ore ormai che non vedo nessuno... attraverso Centovalli e finalmente in prossimità di Masera incrocio Luciano Avanzini che ha girato il pilone e sta tornando indietro.

A Lienz ero distante almeno 60 Km da Luciano e ora siamo a meno di 10... fantastico! 

Ore 16,30

Girata Masera, un planatone mi riporta a Bellinzona e nel passaggio verso Colico la situazione diventa critica: infatti, prendo un disastroso sottovento e con valori di -4,5 m/s mi ritrovo a meno di 1200 m QNH sul Piano di Spagna.

La situazione è veramente critica... sono proprio basso e lo spettro del fuori campo comincia a insinuarsi nei miei pensieri... non posso credere di essere spacciato dopo più di 7 ore di volo e oltre metà percorso alle spalle !

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 



Per seguire la rotta dovrei infilarmi in Valtellina ma sono troppo basso e finirei certamente sottovento... non voglio commettere due volte lo stesso errore e preferisco appoggiarmi su un costoncino a nord, dentro un canalone esposto alla dinamica... e qui, pesco dal mazzo il "Jolly" che mi varrà i 1000!

Prima un timido 2 mt./sec. ...poi un bel 4 mt./sec., rifaccio 2.500 metri... salvo ! 

Ormai non mi ferma più nessuno !

Ore 16,50

Raggiungo Luciano Avanzini Riccardo Brigliadori al traverso di Sondrio e da questo momento sarà un volo a tre, con il morale alle stelle e la convinzione, sempre più forte, che forse ce la possiamo fare.

Ancora su Tirano, devo risolvere un problema tecnico che rischia di compromettere tutta la gara: La seconda batteria è entrata in riserva e se il logger si spegne sono fregato!

Intanto il volo si è fatto più cauto... ormai conta solo chiudere il tema e abbiamo ancora tempo... giriamo anche valori deboli pur di recuperare quota. Decido di staccare la batteria dello scalda-piedi e con una manovra da contorsionista la collego all'impianto che alimenta gli strumenti... ora ho nuovamente 12,4 V  e... -25° sui piedi ... ibernato !!!

Al traverso di P.te di Legno incrociamo Giorgio Galetto che, decollato da Bolzano, sta facendo il volo al contrario, ci scambiamo informazioni rassicuranti per radio e tutto sembra più semplice.

Ore 17,50

Volando larghi e saggiando l'aria giriamo Malé, e agganciamo una dolcissima e splendida termica serale con la quale ci riportiamo a quota 3.500... euforici.

mancano meno di 100 km al traguardo quando per la prima volta il calcolatore ci segnala la planata positiva sul traguardo... facciamo finta di niente e appoggiati ai costoni sud della Valtellina, giriamo anche nell'1,2 mt./sec..

Ore 18,40

A sud di Caiolo, ormai è fatta ... per radio i discorsi sono rilassati e si capisce che ci crediamo anche se nessuno osa ancora dirlo... planiamo tranquilli verso il Legnone, 43 di efficienza, 2.400 m sul mare... giriamo lo spigolo ancora al sole del Legnone e agganciamo l'ultimo 0,8 mt./sec. conquistando la quota rassicurante di 2.400 m.

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 



Da qui, è una lunga planata attraverso il ramo di Lecco, verso il traguardo.

Ore 19,28

Dopo 10h e 37' e oltre 1000 km attraverso le più belle valli delle Alpi, atterriamo sulla pista di Alzate... Ora la stanchezza e il freddo stanno per prendere il sopravvento, ma lo spirito è alle stelle e stasera sarà festa grande e poi ... ancora, tutte le volte che ripenserò a questo volo incredibile... Il Trofeo REAG è conquistato".

 

 

Grazie mille...

Nel chiudere vorrei ringraziare tutti coloro, e sono tanti, che in questi 20 anni mi hanno insegnato a volare sempre meglio fino al raggiungimento di questo risultato.

Per i primi 10 anni di "delta" un ringraziamento particolare a:
Max Arlotta (mio primo istruttore), Davide Manna; Angelo Crapanzano, Luigi Accusani, Franco Caprioglio, Adeglio e Piero Galleano, Max Boscaini, Angelo Barone e Marco Bartolozzi.
Per i successivi 10 anni di volo a vela grazie a :
Piermaria Zamuner, Mimmo Passarelli, Dino Giacobbe, Giorgio Marchisio, Toni Beozzi, Angelo Gritti, Nino Perotti, Davide Casetti, Dino Tarchini, Leo e Richy Brigliadori, Alvaro De Orleans, Avanzini Luciano. 

Gli elenchi sono in ordine approssimativamente cronologico. 

Buoni voli.                                                           

                                        Vittorio Squarciafico

 

Su questo sito vengono utilizzati i cookies. Navigando accetti il loro uso.